HANDBOOK

C.01 REGOLAMENTO TORNEI

NORME GENERALI E CONDIZIONI DI GIOCO

   La Sala
La sala nella quale si disputa il torneo deve essere silenziosa e ben illuminata.

   Fumo
Nella sala di gioco è vietato fumare.

   Telefoni Cellulari
I telefoni cellulari devono essere spenti durante le partite. Se un telefono (lasciato involontariamente accesso) squilla, deve essere immediatamente spento senza rispondere.

   Spettatori
Gli spettatori sono ammessi nella sala da gioco a discrezione del direttore del torneo. Essi non devono per alcun motivo interferire con il gioco e devono astenersi da ogni commento o segnale indirizzato ai giocatori.


CONDOTTA DI GIOCO E PUNTEGGIO DELLE PARTITE

   Appunti e consultazioni
Durante il gioco i giocatori non possono consultare appunti né parlare con altre persone ad eccezione del direttore del torneo e degli arbitri.

   Oggetti sulla scacchiera
Nessun oggetto può essere posato sulla scacchiera ad eccezione delle pedine.

   La mossa
Un giocatore inizia la mossa nel momento in cui tocca la scacchiera con la mano o con una pedina con l'apparente intenzione di muovere in una data casella. In questo caso, purché possa legalmente farlo secondo del regole del gioco, il giocatore deve muovere nella prima casella toccata.
Dopo aver iniziato la mossa, il giocatore deve girare tutte le pedine catturate con la mano con la quale ha iniziato la mossa e fermare il suo orologio con la stessa mano.

   Mosse illegali
Se un giocatore esegue una mossa illegale o incompleta il suo avversario può fermare l'orologio e invitarlo a correggere l'errore.
Accettazione della posizione
Solo l'ultima mossa giocata può essere corretta. Appena un giocatore inizia una nuova mossa, egli accetta la posizione presente sulla scacchiera e nessuno, né il suo avversario né l'arbitro, può correggere un eventuale errore precedente.

   Leggibilità della posizione
I giocatori devono eseguire la mossa e posizionare le pedine in maniera tale da non impedire la leggibilità della posizione.

   Sconfitta per tempo
Un giocatore (P) perde per tempo se non riesce a concludere la sua ultima mossa e a fermare l'orologio prima che il suo tempo sia scaduto. Il giocatore che termina per primo il proprio tempo perde la partita indipendentemente dalla posizione sulla scacchiera.
A entrambi i giocatori vengono attribuiti due ulteriori minuti e la partita continua normalmente, ma al giocatore che non ha perso per tempo (V) è garantito almeno il risultato di 33-31.
Se P esaurisce anche i due minuti supplementari, la partita finisce con il risultato di 64-0 per V.
Se V esaurisce anche i due minuti supplementari, la partita finisce con il risultato di 33-31 per V.

   Orologio difettoso
Se, nel corso del gioco, un orologio si rivela difettoso, i giocatori devono avvisare il direttore del torneo che prenderà i provvedimenti opportuni.

   Punteggio
Quando entrambi i giocatori hanno terminato le loro mosse nel tempo assegnato, si procede a contare le pedine di ciascuno. Le eventuali caselle vuote vengono attribuite al vincitore.
Se un giocatore abbandona la propria partita prima della fine, il risultato è di 64-0 (valido per il rating).

   Vittoria contro il Bye
La vittoria contro il Bye si considera conseguita con il punteggio di 33-31 (risultato non valido per il rating).

   Comportamento scorretto
I giocatori devono improntare il proprio comportamento alla massima correttezza e sportività.
In caso di necessità, il direttore del torneo può intervenire nei confronti del giocatore scorretto con:
- Avvertimento
- Sconfitta a tavolino 64-0 (risultato valido per il rating)
- Esclusione dal torneo


FORFAIT, RITIRI ED ESCLUSIONI

   Rinuncia a un turno per validi motivi
Eccezionalmente, un giocatore può (per validi motivi e per una sola volta nel corso del torneo) comunicare al direttore di gara, prima degli accoppiamenti, la sua impossibilità a giocare un turno. Se il direttore di gara ritiene sufficienti i motivi addotti (anche in funzione del tipo di torneo), non accoppia il giocatore e lo fa rientrare al turno successivo.

   Sconfitta per forfait
Un giocatore che non si presenta ad una partita prima dello scadere del proprio tempo di riflessione perde 64-0 (risultato valido per il rating) e viene escluso dal torneo.
Se l'assenza è giustificata da validi motivi e il giocatore rientra prima degli accoppiamenti successivi, il direttore di gara può reintegrarlo.
Saltando due turni, per qualunque motivo, si viene comunque esclusi dal torneo.

   Giocatori ritirati o esclusi
I giocatori ritirati o esclusi vengono retrocessi in fondo alla classifica del torneo.
Inoltre, non acquisiscono punti per il Gran Prix Italiano e il torneo non sarà considerato valido ai fini della qualificazione al Gran Maestro.

 
DIRETTORE DEL TORNEO E ARBITRI DI TAVOLO

   Direttore del torneo
L'organizzatore del torneo provvede a nominare un direttore e due vicedirettori che verranno indicati ai concorrenti prima dell'inizio della competizione. I tre interverranno, decidendo a maggioranza, in tutti i casi di controversia per l'ottimale rispetto del presente regolamento.

   Arbitri di tavolo
Il direttore del torneo può decidere di far arbitrare alcune partite ad un arbitro di tavolo.
L'arbitro di tavolo deve intervenire per far rispettare le regole del gioco dell'Othello e il presente regolamento.
I giocatori possono segnalare all'arbitro eventuali irregolarità.

 

Torna all'indice