GPE Barcelona 2017 (terza tappa) (European Grand Prix)

22 e 23 Aprile 2017

Centre Cívic Convent de Sant Agustí - Carrer del Comerç, 36 - Barcellona -E-

I primi tre giocatori, Takuji Kashiwabara, Matthias Berg e Marc Tastet, in testa alla classifica del Gran Prix Europeo, dopo le prime due tappe di Praga e Atene, si presentavano ai nastri di partenza nel terzo appuntamento della stagione, disputato nella bellissima Barcellona.
In una stanza a detta dei presenti un po’ fredda ma accogliente, si affrontavano 9 partecipanti, in un girone all’italiana di 9 turni, che permetteva ad ogni giocatore di sfidare tutti gli avversari. I primi quattro classificati davano poi vita a sfide di semifinali e finale, per decretare il campione di tappa. Solo tre i giocatori locali, ma la presenza dei maestri già citati, degli olandesi Roel Hobo e Martin Fransen, e del ceco Tomas Douda, rendevano il torneo di ottima qualità. Peccato per la rinuncia all’ultimo del nostro Luigi Puzzo, registratosi all’evento e dato per presente fino a pochi giorni prima.
Al termine della prima giornata si erano già disputate tutte e nove le partite. Una qualificazione tranquilla per Kashiwabara e Berg, qualche fatica in più per Marc Tastet, che vantava solo mezzo punto di vantaggio sul gruppo alle sue spalle. Proprio per il quarto posto c’era stata invece una lotta agguerrita, durata tutto il sabato, tra Hobo e Douda. La vittoria nel turno finale del ceco su Marc Tastet e la contemporanea sconfita dell’olandese contro Berg ha fatto sì che entrambi finissero a 6 punti. Il quoziente di spareggio dava ragione a Hobo che riusciva a qualificarsi per le semifinali del giorno seguente.
Prima di andare a dormire c’era ancora il tempo per andare a mangiare in una pizzeria lì vicino.
L’EGP è poi ripreso la domenica: nella prima semifinale Kashiwabara si sbarazzava facilmente di Hobo, vincendo la prima per 60 a 4 e conquistando anche la seconda in scioltezza. L’altra invece si dimostrava molto equilibrata, ma si risolveva a vantaggio del francese Tastet, vittorioso per 33 a 31 e 36 a 28.
La finalina per il gradino più basso del podio andava ad appannaggio di Berg, mentre in finale si riaffrontavano i francesi Kashiwabara e Tastet, già finalisti ad Atene, in quella che per Marc doveva essere l’ora della rivincita.
Come nell’ultima sfida, i giocatori si sono dimostrati di pari livello, tanto che questa volta è servita la terza partita per decretare un vincitore. Sfortunatamente per Marc anche questa vittoria è andata a favore di Takuji che cominciava ad avere un vantaggio consistente (ma recuperabile) nella classifica generale. La Federazione Italiana si unisce ai complimenti per Takuji che conquistava per la 25° volta una tappa del Gran Prix Europeo!

Per rivivere tutti gli appuntamenti del Gran Prix Europeo navigate tra i seguenti link:
Praga, 18 febbraio 2017 - prima tappa
Atene, 1 aprile 2017 - seconda tappa
Barcellona, 22 aprile 2017 - terza tappa
Oslo, 13 maggio 2017 - quarta tappa
Isole Aland, 17 giugno 2017 - quinta tappa
Berlino, 8 luglio 2017 - sesta tappa
Ghent, 29 luglio 2017 - settima tappa
Parigi, 26 agosto 2017 - ottava tappa

La Classifica finale invece la trovate qui:
Gran Prix Europeo 2017

Dove si gioca

 Centre Cívic Convent de Sant Agustí - Carrer del Comerç, 36 - Barcellona -E-

Formula

 9 turni + finali


Se pensi di partecipare compila i dati e aiutaci
ad organizzare al meglio questo evento!

Nome:
Cognome:
E-Mail:

Appuntamento

 22 e 23 Aprile 2017, ore 10:00

Prezzi

   

Premi

 

Organizzatore

 

Sito Internet

 


   Perché compilare il modulo di iscrizione?

Anche se la pre-iscrizione non è obbligatoria per partecipare ai tornei, facendoci comunque sapere della vostra presenza, ci aiuterete ad organizzare al meglio il torneo. Sapere il numero di giocatori, ci permette di predisporre una sala adeguata, portare un sufficiente numero di scacchiere e orologi, stampare un adeguato numero di referti, portare abbastanza penne. Come vedete è più semplice imparare le regole di gioco che organizzare un intero torneo di Othello. La pre-iscrizione non vi obbliga a partecipare, non ci sono penali da pagare per chi si iscrive e poi non può venire. L'Othello è un hobby e come tale, nella vita di tutti viene dopo molti altri doveri e probabilmente piaceri. Se non siete sicuri, non vi dovete preoccupare, comunicateci il vostro interesse: per noi è comunque un bene sapere che "forse ci sarà un giocatore in più". Vi aspettiamo numerosi!

Torna al Calendario

Torna all'Home Page